Servigliano - Fermo - Marche - Italia

Serigliano
27 Gen

Servigliano celebra Camilli con un convegno ed inaugura il Centro Studi

Il 23 febbraio 1960 si spegneva a Firenze all’età di 81 anni, il linguista e dialettologo Amarinto Camilli, nato nella frazione Curetta del comune di Servigliano (FM).

Noto soprattutto per le competenti e puntuali annotazioni sulla fonetica del latino, della lingua nazionale e dei suoi dialetti, Camilli si è distinto come primo consigliere italiano dell’Associazione Fonetica Internazionale (IPA) e come figura di riferimento dell’Accademia della Crusca presso la quale aveva curato la rivista “Lingua Nostra”, collaborando con studiosi del calibro di Bruno Migliorini e Piero Fiorelli.

Camilli aveva lavorato alla definizione di una pronuncia neutra dell’italiano e alla diffusione delle conoscenze nel campo della fonetica di questo spazio linguistico.

Rimasto nel cuore dei suoi concittadini, lo studioso serviglianese è stato ricordato nel corso di due giornate di studio (il 6 e il 7 dicembre 2018) con interventi di specialisti convenuti da tutta Italia per illustrare la collocazione storica e i riflessi attuali di opere come il suo saggio del 1929 sul dialetto di Servigliano, “Pronuncia e grafia dell’italiano”, del 1941, e “I fondamenti della prosodia italiana”, del 1959.

È, però, soprattutto con “An Italian phonetic reader” (1921) – oltre che nei diversi contributi apparsi nella rivista internazionale Le Maître Phonétique – che emerge la dimensione internazionale del fonetista marchigiano, al centro di un convegno dal titolo “Camilli nel quadro delle ricerche linguistiche e fonetiche europee del suo tempo”, che si svolgerà tra la sua città natale e l’Università di Macerata nei giorni 24 e 25 febbraio 2020.

Per l’occasione, nella ricorrenza dei sessant’anni dalla scomparsa, il Comune di Servigliano inaugurerà la sede di un centro di studi a lui intitolato.

***


Programma delle giornate 24 e 25 febbraio 2020 (Servigliano – Macerata)
Camilli nel quadro delle ricerche linguistiche e fonetiche europee del suo tempo

Mattino del 24 febbraio, incontro presso/con le scuole di Servigliano, 9-13:
🖋 Diego Poli – Docente – Glottologia e linguistica – Università di Macerata
🖋 Valentina Colonna – poetessa e pianista compositrice di Torino “Camilli e la lettura della poesia
🖋 Marta Muscariello – IULM Milano
🖋 Antonio Romano – Docente presso il Dipartimento di Lingue e Letterature straniere e Culture moderne di Torino
Camilli internazionale: la pronuncia dell’italiano spiegata agli stranieri
 
Sessione pomeridiana del 24 febbraio, 14-18:
Presso la Casa della Memoria di Servigliano
Inaugurazione Centro Studi A. Camilli
🖋 Diego Poli – Docente – Glottologia e linguistica – Università di Macerata
🖋 Giancarlo Schirru – Professore di glottologia e linguistica – Roma
🖋 Antonio Romano – Docente presso il Dipartimento di Lingue e Letterature straniere e Culture moderne di Torino
Camilli internazionale: la pronuncia dell’italiano spiegata agli stranieri
 
Sessione mattutina del 25 febbraio, 9-12:
Presso l’Aula del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Univ. di Macerata
🖋 Massimo Fanfani – Docente di Linguistica italiana presso il Dipartimento di Lettere e Filosofia dell’Università di Firenze
Interventi giornalistici di Camilli sul tema della lingua italiana
🖋 Valentina Colonna – poetessa e pianista compositrice di Torino
Da Leopardi a oggi: la fonetica della poesia italiana
🖋 Marta Muscariello – IULM Milano
🖋 Valentina De Iacovo – Docente presso il Dipartimento di Lingue e letterature straniere e culture moderne dell’Università di Torino
Let’s talk about English (and Italian)
13:00 CHIUSURA Diego Poli – Antonio Romano

Leave a Reply